Regione Lombardia

Allarmi ingiustificati in rete

Pubblicato il 12 giugno 2017 • Comune

Da tempo, principalmente sui social network, vengono diffuse notizie o illazioni a carico di questa Amministrazione che generano nei Cittadini disagio, dubbio e allarme perché toccano argomenti sensibili: la nostra salute, quella dei nostri figli, oppure le nostre tasche. Indico le ultime in ordine di tempo, fornendo le precisazioni del caso:

Scarsa sicurezza nel plesso scolastico. Nel corso dell’anno si è verificato un incidente che ha comportato, per un bimbo, una frattura. L’accaduto è stato oggetto di regolare denuncia, a fini assicurativi e anche di autotutela della scuola, e una copia della denuncia, che non possiamo diffondere per ovvi motivi di privacy, è conservata negli archivi della scuola. L’Amministrazione ha fatto le necessarie verifiche e assicura che, contrariamente a quanto scritto da un cittadino, la scuola non è lasciata “in stato pericolante”. Anzi, nel plesso scolastico (materna ed elementare) sono stati investiti nel 2016 un totale di 80.000€ (una nuova aula, i pavimenti di tutte le aule, ritinteggiatura degli interni) e questo anno ne verrano investiti ancora almeno 60.000€ (un'altra nuova aula, rifacimento totale dei bagni, i pavimenti della palestra e dell'atrio). Per quanto riguarda l’esterno sono stati da poco consegnati i tappeti erbosi sintetici da installare entro il mese corrente. All'asilo nido nel 2016 sono stati investiti in lavori di ristrutturazione e messa a norma 90.000€.

Spargimento di diserbanti di natura ignota. Ai lati della ciclabile fra Massaua e Torre d’Isola sarebbe stato irrorato, secondo la denuncia fatta da poco su un paio di pagine Facebook, un diserbante non ben identificato, anziché effettuare uno sfalcio. L’uso del diserbante, in questi casi specifici, si rende necessario per proteggere il manto della pista dalla pressione sotterranea di radici, che potrebbero spaccarlo rendendo la pista insicura. Precisiamo che, a partire dall’ultima gara indetta sulla manutenzione del verde pubblico, nel capitolato di gara è stato escluso l’utilizzo di qualunque prodotto di sintesi non biologica, quale ad esempio quelli usati negli anni precedenti, a base di glifosato. I documenti sono a disposizione per chi volesse consultarli o, se competente in materia, dare un apporto.

Spese fuori controllo per il senso unico. Le spese per il senso unico, dettagliate in un recente comunicato, ammontano a  € 43.822,17 Iva inclusa, a cui dobbiamo aggiungere le catenelle, erroneamente omesse poiché assimilate ad ‘arredo urbano’, che portano il costo complessivo a € 46.292,67. Un costo molto distante dagli € 82.683 denunciati sempre su alcune pagine Facebook. Anche in questo caso i documenti sono consultabili e vanno letti con attenzione per poter scorporare dalla somma ciò che non compete il cambio di viabilità ma altri interventi. Il costo delle fioriere, di circa 2.800 euro e acquistate mediante gara, è assolutamente nel range di mercato, verificabile mediante semplice ricerca su web: sono infatti fioriere in acciaio, non attaccabili da agenti atmosferici o facilmente distruggibili da un urto, come accade a quelle più economiche costituite da altri materiali.

Fatte queste doverose precisazioni preghiamo ogni cittadino che si trovasse in una situazione di dubbio, incertezza, disagio o timore su questi o altri temi di contattarci direttamente per avere i necessari chiarimenti: sono personalmente disponibile così come lo sono tutti i componenti del Consiglio; per inoltrare segnalazioni al Comune, inoltre, sollecitiamo i cittadini ad utilizzare l’applicazione Municipium. Ricordo anche che il mio cellulare, personale, è pubblico e dato a tutti, quando avete una domanda chiamatemi (333.7679621).

Il nostro obiettivo è, come sempre, quello di continuare a parlarci in modo franco e diretto e utilizzare i Social Network unicamente per diffondere informazioni di pubblico interesse o come vetrina del nostro paese (sì, postando fotografie delle cose belle che ci sono) e non sprecare il nostro tempo e le nostre scarse risorse a rincorrere qualunque illazione o polemica, spesso incorretta, venga immessa in rete senza contradditorio.

Il Vostro Sindaco
Roberto Casimiro Veronesi