Regione Lombardia

Regolamento Verde Pubblico e Privato

Ultima modifica 17 gennaio 2017

Perché la scelta di applicare un vincolo anche su alcuni alberi di proprietà privata oltre che a quelli pubblici?

In molti hanno mostrato disappunto o semplice sorpresa nello scoprire che il proprio comune, come altri in Italia, ha deciso di approvare una norma che pone delle (poche) regole anche all'interno del proprio giardino di casa.

- Perché complicarsi ulteriormente la vita?

È innanzitutto doveroso spiegare che il vincolo non è totale, ma riferito soltanto a alberi di certe dimensioni (oltre i 35 Cm di diametro) e che fanno parte di determinate specie autoctone o pregiate (totalmente libera è la gestione di specie d'importazione, Robinie e altre specie non presenti nell'elenco di tutela). Si rende anche noto che il regolamento comunale riprende il regolamento del Parco del Ticino (già vincolante in precedenza per i cittadini)

Il vincolo basato sulle dimensioni dell'albero è transitorio, in attesa di completare un censimento degli esemplari di interesse presenti, al termine del quale ogni albero sarà numerato ed identificato ed il regolamento fortemente semplificato.

- Perché i vincoli?

le alberature pubbliche, come quelle private, hanno spesso subito negli anni interventi di potatura estremamente dannosi, che li hanno resi pericolosi e instabili.

- Perché devo potare in un certo modo?

È credenza comune che una potatura drastica (vedere foto) è utile per ridurre le dimensioni della chioma e limitarne la manutenzione per diversi anni. In realtà non è così, perché un albero capitozzato non solo sviluppa facilmente cancrene nel fusto e varie malattie, ma reagisce in modo squilibrato con una ricrescita rapida e senza controllo. I rami nuovi generati sono fragili, pericolosi e spingono a potare più frequentemente riducendo drasticamente la vita dell'albero.

- Con una potatura equilibrata posso risparmiare?

SI! Anche se in casi particolari un intervento effettuato da arboricoltori certificati può risultare più costoso (soprattutto in caso di ripristino di alberi danneggiati in precedenza), gli interventi sono più radi nel tempo, risultando necessari anche solo ogni 5 o 10 anni in caso di alberi correttamente gestiti!

- Il Comune pone solo regole o mi aiuta come cittadino?

Il Comune ha previsto una serie di agevolazioni, ad esempio:

  • Contributo a fondo perduto per un massimo del 50% per spese sostenute dai privati per interventi di consolidamento o di tutela di alberature considerate di interesse nazionale (monumentali) o locale.
  • Sopralluoghi e consulenze gratuite da parte di periti agrari o arboricoltori (senza costi per l'ente) ogni qual volta richieste dal cittadino (in caso di procedure autorizzative particolari possono essere applicati piccoli costi amministrativi d'ufficio e consultati agronomi laureati).
  • Possibilità di collocare su terreno pubblico gli esemplari forniti dai privati come compensazione di abbattimenti di alberi tutelati (obbligo sancito dal Parco del Ticino di piantare almeno 3 alberi per ogni albero abbattuto).

Modulo richieste alberi vincolati

Allegato 142.00 KB formato pdf
Scarica

Regolamento verde pubblico e privato - Torre d'Isola

Allegato 289.00 KB formato pdf
Scarica