Regione Lombardia

Consiglio Comunale - PGT

Pubblicato il 23 febbraio 2019 • Territorio 27020 Torre d'Isola PV, Italia

Buongiorno a tutti,
mercoledì 27 febbraio, alle ore 20, presso la palestra del plesso scolastico, si terrà un importante Consiglio Comunale in cui sarà all’Ordine del Giorno l’approvazione della variante Generale del PGT.

È l’ultimo atto di un lungo percorso iniziato con la serata del 27 settembre 2017, nella quale era stata illustrata alla Cittadinanza l’attuale situazione del nostro territorio e le previsioni contenute nel precedente strumento di pianificazione urbanistica. A quella prima serata sono seguiti altri due incontri pubblici e ulteriori confronti e dialoghi con gli enti e le realtà del territorio. Dopo due anni e cinque mesi di lavoro, ricevute le osservazioni e le istanze da parte di privati o altri portatori di interesse, giungiamo alla fase finale con l’obiettivo di rendere effettive le scelte fatte insieme.

Ricordiamo in breve i punti più importanti introdotti dalla variante in approvazione.

Rispetto al Piano approvato nel 2012 dalla precedente Amministrazione, la superficie delle aree destinate a nuovi insediamenti viene notevolmente ridotta, passando da 196.360 mq a 47.022 mq (una riduzione pari al 74,5%), mentre le aree di Iniziativa Comunale diminuiscono complessivamente del 14,47%. Conseguentemente, il numero di abitanti teorici previsti passa da 815 (di cui 399 dovuti ad opere di completamento dei tessuti urbani consolidati) a 238: Torre d’isola si attesta così fra i comuni della provincia di Pavia che maggiormente aderiscono alle disposizioni di riduzione del consumo di suolo richieste dalla normativa vigente.

Questo risultato è in linea con le richieste espresse dai Cittadini nel questionario compilato tre anni fa, nel quale oltre il 50% di coloro che hanno risposto ha indicato fra le priorità quella di limitare i nuovi insediamenti, di tutelare l’ambiente e l’agricoltura. L’Amministrazione ha rispettato questa indicazione e ha invertito la rotta intrapresa decenni fa, decidendo quindi di limitare le nuove costruzioni.

Un’ulteriore importante modifica rispetto al Piano sino ad oggi in vigore è l’applicazione di un indice di edificabilità omogeneo, pari allo 0,4, sull’intero territorio comunale, superando così la distinzione in otto categorie, con indici di edificabilità variabili da 0,10 a 0,50, a seconda delle zone e delle proprietà. Si introduce così più equità e più omogeneità: ciò consentirà a molti cittadini residenti all’interno delle frazioni o penalizzati da riduzioni di edificabilità introdotte nello strumento urbanistico precedente di realizzare ampliamenti delle loro abitazioni o di costruire la loro abitazione in aree sino ad oggi non utilizzabili.

Al netto delle possibilità sopra elencate, il cittadino potrà inoltre apportare incrementi alle superfici utili esistenti, allo scopo favorire l'efficientamento del patrimonio edilizio, adeguandolo a nuove necessità abitative, quali ad esempio gli adeguamenti igienico sanitari, la rimozione di barriere architettoniche, l’ampliamento di locali per adeguamenti generati da disabilità permanenti, l’efficientamento energetico, il potenziamento della qualità ecologica e ambientale degli spazi aperti e verdi di pertinenza.
Saranno inoltre superate le limitazioni normative che hanno impedito, sull’intero territorio comunale, il recupero ad uso abitativo dei sottotetti
negli edifici esistenti.

Colgo l'occasione per ringraziare personalmente tutti coloro che a vario titolo hanno lavorato in questi anni per il raggiungimento di questo importante obiettivo: i Cittadini che hanno partecipato ai vari incontri, coloro che hanno presentato osservazioni nelle varie fasi, i vari enti coinvolti, i tecnici del Comune, i professionisti incaricati per l'elaborazione del Piano, i Consiglieri Comunali, e coloro che hanno affiancato l'Amministrazione Comunale in questo lungo iter.

L’invito pertanto è quello di partecipare anche a questo ultimo passaggio
Buon fine settimana
Il Sindaco
Roberto Casimiro Veronesi